Truly Unique People: l’unicità è una storia da raccontare

Claudio Conte e BuoniVini a Palermo: un’enoteca che è casa

La Ploom Society è un circuito di negozi, ristoranti, bar e locali che rendono unica Palermo. Abbiamo incontrato le persone dietro queste realtà e ci siamo fatti raccontare le loro storie, accomunate da una stessa visione del mondo condivisa con Ploom.

BuoniVini è un luogo di incontro dove conoscere i vini e degustarli. E ogni bevuta è un piacevole confronto tra amici: «Anche senza darsi appuntamento, la gente sa che qui può incontrare qualcuno con cui parlare».
 

BuoniVini: un bicchiere che vale molti incontri

 
«Anche senza darsi appuntamento, la gente sa che può incontrare qualcuno con cui parlare». Per Claudio Conte è questa una delle caratteristiche distintive di BuoniVini, la sua enoteca a Palermo. Un locale, come spiega lui stesso, «nato una decina di anni fa da un’esigenza: la mancanza di un luogo di incontro incentrato sul vino, dove conoscere i vini e degustarli».

L’unicità di BuoniVini sta proprio nel clima che si respira all’interno del locale. Racconta Claudio Conte: «Il cliente si sente a casa. Siamo stati bravi a creare un rapporto d’amicizia con chi viene da noi, ci sono confidenza e convivialità. Così le persone sono lo spettacolo stesso».
 

BuoniVini è il luogo giusto dove imparare a conoscere i vini

 
Ma oltre alla ricerca del relax, da parte dei gestori e della clientela di BuoniVini c’è la sete di conoscenza: «Questo è un lavoro che ti porta a conoscere cose nuove: aziende nuove e le facce che ci sono dietro a una bottiglia. Organizziamo incontri con i produttori e così anche i neofiti si sono appassionati al mondo del vino».

Claudio Conte e il suo team vivono in prima linea la propria enoteca, e questa è un’altra qualità, anzi, un valore di BuoniVini: «Diamo anima e corpo, ma la cosa fondamentale è la nostra presenza fisica. Non ha senso aprire un’attività e non essere presenti. La nostra non è un’insegna anonima, dietro c’è un nome. Le persone ci chiedono consiglio sulle bottiglie, su cosa mangiare. Ed è così che siamo diventati un punto di riferimento per Palermo».

Conte mette in primo piano il lavoro svolto con la propria squadra: «Il nostro è un team affiatato e tutti i nostri collaboratori sono stati bravi a creare un rapporto di fiducia con i clienti. Da tre o quattro anni abbiamo quasi sempre gli stessi collaboratori, cosa che non succede spesso in altri posti. Anche questa continuità nei rapporti è un nostro valore».
 

L’evoluzione di BuoniVini

 
BuoniVini è un’enoteca che è cambiata nel corso degli anni, seguendo l’evoluzione della propria clientela: «Dieci anni fa non avrei mai pensato di avere anche una cucina perché non era il mio mestiere. A me interessava far conoscere il vino. Ma l’appetito vien mangiando e la richiesta degli utenti, nel corso degli anni, è cambiata».

Quel che non è cambiato, è l’approccio di Claudio Conte al lavoro: «Dare tutto te stesso, è questo che ti rende unico. Puoi anche non raggiungere gli obiettivi che ti eri dato, ma se hai dato il massimo, hai vinto lo stesso».

Conte ha viaggiato e toccato con mano realtà distanti da Palermo, le grandi metropoli europee, ma ha le idee ben chiare sul valore della propria città. Dice Claudio Conte: «Molti vogliono cambiare città, ma quando lasciano Palermo capiscono che è insostituibile. Fare due passi nel centro in una bella giornata di sole è una gioia impagabile. Anche con le sue criticità, Palermo è unica».

E a Palermo è arrivato un partner importante per Claudio Conte e BuoniVini, che condivide la stessa attenzione per i rapporti umani: «Ploom ha avuto un bell’impatto soprattutto per le relazioni che ha creato. In questo periodo difficile ci è stato accanto e ci ha sostenuti con varie attività. La cosa bella è proprio il rapporto conviviale che si è instaurato tra noi, un confronto tra amici».







Articoli correlati